Quello molfettese è infatti un popolo marinaio: migliaia erano i molfettesi impiegati nella flotta peschereccia locale che comprendeva centinaia di battelli.L'8 settembre 1846 la statua della Vergine, opera dello scultore napoletano Giuseppe Verzella, fu posta su due bilancelle a vela e trasportata fino alla banchina dell'antico Seminario, accanto al "Duomo vecchio". Tantissimi sono gli eventi culturali che Molfetta ospita nel corso dell'anno tra concerti, presentazione di libri, conferenze e convegni. Per testamento del 20 novembre Ferdinando aveva disposto erede universale sua figlia Isabella, che portò in dote il principato di Molfetta a suo marito Ferrante I Gonzaga, conte di Guastalla. INIZIATIVA “NATALE PER TUTTI”. [43], Dopo un avvicendamento di potere tra francesi e austriaci, la località seguì le vicissitudini dell'Italia unita[23]. [44], Nel 1910 Molfetta fu colpita da un'epidemia di colera, che decimò la popolazione. A Molfetta sono state girate alcune scene del film La ragazza dei miei sogni, diretto da Saverio Di Biagio, con Primo Reggiani, Nicolas Vaporidis e Miriam Giovanelli.[98]. La lotta per la successione al trono che ne seguì indusse Raimondo ad approfittare di questa ennesima confusione, tanto che egli, o nel medesimo anno (1386) o nel successivo, poté fregiarsi del titolo di signore di Molfetta[24]. Ha anche sede la Facoltà teologica della Puglia, con due sedi a Bari e una a Molfetta presso l'Istituto Regina Apuliae. Si usa preparare questa pietanza specialmente nel periodo quaresimale, specialmente di venerdì (in cui si pratica l'astinenza dalle carni). molfetta. Ha anche il diritto di farli aggiornare, integrare, rettificare o cancellare, chiederne il blocco ed opporsi al loro trattamento. Palazzo de Dato (ex Palazzo Cavalletti) sorge a Molfetta, in piazza Vittorio Emanuele II, intitolata al Re alla fine del secolo scorso, in seguito all'avvenuta Unità d'Italia, e dove tuttora fa mostra di sé il monumento dell'antico sovrano. I molfettesi attribuiscono un'attenzione tutta particolare al culto delle tradizioni pasquali, adeguatamente celebrate e che portano in paese un clima di preghiera e riflessione. Ricordiamo che questi diritti sono previsti dal Art.7 del D. Lgs 196/2003. Dal punto di vista geomorfologico, esso è costituito dalle bancate calcaree del Cretaceo inferiore, piuttosto profondamente carsificate come dimostrato dal sito naturalistico-archeologico del Pulo e dalle profonde voragini carsiche in cui ci si imbatte molto spesso durante gli scavi per la realizzazione dei piani di fondazione dei nuovi edifici, concentrate in particolare lungo i margini delle lame che lo solcano in direzione mediamente perpendicolare alla costa. UN’ORDINANZA DEL SINDACO VIETA I BOTTI P…, MOLFETTA. Nel 988 i saraceni distrussero alcuni casali situati nell'entroterra molfettese[14]. Su richiesta dell’Autorità, i dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito o dei suoi utenti. I trasporti interurbani sono, invece, gestiti dalla STP Bari. Vi sono inoltre 5 banchine galleggianti destinate alle barchette da pesca con 140 punti di attracco totali. Anni prima, il 15 aprile del 1522, nella città di Bruxelles, l'imperatore Carlo V aveva ratificato la vendita delle città di Giovinazzo e Molfetta (essa venne quindi nuovamente infeudata), concordata per il prezzo di 50.000 ducati d'oro (per diploma del 5 aprile 1522) in favore di Ferdinando di Capua d'Altavilla[11]. Il conducente del veicolo, quando ha visto i Carabinieri, ha tentato di dileguarsi per evitare di essere fermato. Il Battistero e la Teca degli Oli Santi nella Parrocchia Santa Famiglia “Aquile Randagie” gli scout che hanno fatto la Resistenza. A questa fase risalgono, infatti, gli insediamenti più antichi, necropoli e tracce di capanne, rinvenuti nell'area circostante alla città (fondo Azzollini e viciniori) e presso il sito archeologico-naturalistico del Pulo, dolina carsica "di crollo" a circa un chilometro e mezzo dal centro urbano.[10]. Molfetta è ricca di ogni tipo di scuola superiore, dal Liceo scientifico, con opzione scienze applicate, al classico, al linguistico, scienze umane, all'istituto tecnico industriale, commerciale, turistico, geometra, professionale marittimo, alberghiero, marittimo, grafico pubblicitario, nautico. Molti signori locali approfittarono di questa situazione. L'apertura dei due centri commerciali, però, ha avuto come ulteriore effetto la progressiva chiusura di numerosi negozi del centro[107]. Cronaca. Il palazzetto dello sport PalaPoli, è stato costruito nel 2004. Il 10 settembre 1580 il principe di Melfi, Gian Andrea Doria, e Ferrante II sottoscrissero i capitoli per il matrimonio. [19] A Roberto II, morto il 15 settembre del 1182, subentrò (sino al 1187) sua sorella Adelasia. Tra la fine del 1133 e la primavera del 1134, Molfetta fu concessa da re Ruggero II a Roberto I di Basunvilla, suo cognato. Il Cap, il codice di avviamento postale, è il 70056. MOLFETTA. EMERGENZA SANITARIA. Questa torre, il cui primo nucleo risale alla metà del XVI secolo e che fu ampliata nel 1598 da Cesare Gadaleta, prende il nome della contrada in cui è collocata. Cerchiamo nuove “penne” capaci di scrivere con entusiasmo per raccontare la città. [38], Nel '700 la città vive un periodo di fioritura, soprattutto nelle arti. Nel 1998 fu fondata la Pallacanestro Molfetta da Andrea Bellifemine. Molti sono i ciak girati a Molfetta (fonte Giuseppe Pansini giornalista), Tra gli altri "Sabato, domenica e lunedì con Sophia Loren, "I Cavalieri che fecero l'impresa" con Raul Bova, , "La casa delle donne" di Mimmo Mongelli, molti film prodotti dalla Draka Production con la presenza a Molfetta di Maria Grazia Cucinotta. Un anno dopo, il 23 aprile del 1407, re Ladislao si unì in matrimonio con Maria d'Enghien, vedova del predetto Raimondo, e incamerò tutti i beni del principato di Taranto. LA SQUADRA BIANCOROSSA HA UN NUOVO …, MOLFETTA. Presidente del Premio è Giuseppe Pansini. Il Seminario, in cui i giovani di tutta la Puglia vengono formati in vista dell'Ordine sacro del presbiterato, ospita al suo interno, dal 1957, anche una biblioteca e una ricca raccolta museale. Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 62.546 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -6%. MOLFETTA - Sospetto caso di tubercolosi a Molfetta: un 19enne immigrato, di nazionalità senegalese, è morto tra le braccia di un suo amico. Le torri dell'agro rurale, utilizzate per villeggiatura o per supporto delle attività agricole, erano caratterizzate da arredo di tipo difensivo (es. 13 del D. Lgs. Il piazzale è costituito da tre binari, più uno tronco. Realizzata nel 1998 in memoria di Raffaele Cormìo (1883-1952)[91], xilologo di origine molfettese, è un museo, unico nell'Italia meridionale, dedicato all'albero e al legno nelle sue caratteristiche fisiche e tecnologiche, nelle alterazioni e nei difetti. Leggermente più spostate a ovest verso la direttrice per Terlizzi della strada Santa Lucia s'incontrano: Torre del Gallo, nome derivato dal soprannome della famiglia "de la Sparatella" che la fece edificare, forse, connesso o alla nazione di provenienza (Francia) della famiglia o a un semplice agnome[71]; Torre Villotta, struttura già esistente agli inizi del Quattrocento[72]; Torre Falcone, nome derivato dalla famiglia de Falconibus, originaria di Andria; Cappavecchia registrata sin dal 1526, epoca in cui apparteneva alla famiglia de Vulpicellis; Torre Sgammirra, quest'ultima cosiddetta dal soprannome del suo primo proprietario, Antonio di Nicola de Tamburro alias Scambirro (= asino). Per ultima l'ormai diroccata Torre dell'Alfiere, nome derivato dal titolo militare di uno dei suoi proprietari ovvero l'alfiere Francesco Paolo Tottola. Subito fuori dalle mura sorge la grandiosa Cattedrale intitolata all'Assunta, ex convento dei Gesuiti, dove sono poste le ossa del patrono della città San Corrado di Baviera, con busto in argento e oro di scuola napoletana. Questo primo documento è datato 925. L'origine del toponimo è, ancora oggi, incerta. CULTURA Gli sciacalli delle paranze. La città dei maestri d'ascia — ViaggiADR, ORSINI DEL BALZO, Raimondo in "Dizionario Biografico", Carlo III di Durazzo in "Dizionario di Storia", La fiera di Molfetta e la sua antichissima storia, LADISLAO d'Angiò Durazzo, re di Sicilia in "Dizionario Biografico", INNOCENZO VIII in "Enciclopedia dei Papi", I beni dei Templari a Molfetta dal XII al XIV secolo, Césare I Gonzaga conte di Guastalla nell'Enciclopedia Treccani, Ferrante II Gonzaga conte poi duca di Guastalla nell'Enciclopedia Treccani, Pinacoteca "C. Giaquinto" di Bari - Catalogo generale, Giaquinto, Corrado - Museo Nacional del Prado, Filadelfi e carbonari in Carbonara di Bari negli albori del risorgimento italiano, Molfetta nella Grande Guerra: storie di eroi, bombardamenti e 500 morti in città, La rinascita della 'Terra' il centro storico di Molfetta - la Repubblica.it, Lady Diana e Carlo in visita a Molfetta: il filmato che diventa virale, IN PIEDI ALL'ALBA PER AMORE DI DIANA COSI' TENERA E SEXY - la Repubblica.it, SPARA AL SINDACO CHE GLI NEGA LO STADIO - la Repubblica.it, Orme dei dinosauri, al vaglio la riqualificazione del parco, Truffa, sequestrato porto di Molfetta: 2 arresti, Truffa da 150 milioni per il porto fantasma: sequestrata l'area, due arresti e 60 indagati. MolfettaLive.it, Molfetta (Molfetta, Italy). Di forma sub-trapezoidale, è connotata da un variegato connubio di vegetazione e di percorsi pedonali e zone riservate ai bambini, con numerose specie arboree che forniscono un confortante sfondo verde all'attivo, caotico e spesso congestionato centro cittadino. Ferrante II nel 1587 sposò Vittoria Doria, figlia di Gian Andrea (di Giannettino) Doria e Zenobia di Marc'Antonio Dei Carretto (o del Caretto)[34]. 16 è collocata la struttura conosciuta con il nome di "Torre della Cera", realizzata nel 1770 per conto del nobile Pietro Gadaleta alias "della Cera" (nonno materno di Pietro Colletti, poi Colletta). indirizzo e-mail, nome, CAP, altri dati anagrafici e non). Missione compiuta: la Femminile Molfetta supera per 3-0 il Woman Futsal Club nella quinta giornata del campionato di serie A2 e porta a quattro il numero di risultati utili consecutivi. CONTROLLI ANTI-COVID FERMATO SENZA …, MOLFETTA. Un'intera sala è dedicata a Leonardo Minervini dove sono esposti 11 dipinti tra cui il "Ritratto di Minervini" realizzato dal suo maestro Carlo Siviero nel 1936. (sito www.premioleonardoazzarita.it). Per quanto concerne il settore dei servizi non si può non citare l'azienda Exprivia, operante nell'ambito della consulenza aziendale e in quello della progettazione e sviluppo di tecnologie software innovative. Nel corso della sua storia ha disputato diversi campionati di Serie C regionale. DOMENICA 6 DICEMBRE LA PAVIMARO PALLACAN…, MOLFETTA. Con il termine Pulo si indicano generalmente doline carsiche di grandi dimensioni, generalmente munite di almeno un inghiottitoio, che può essere palese o occulto. Antica consuetudine vuole che esso venga consumato il giorno di mezzaquaresima (Giovedì della quarta settimana di Quaresima). Le lame stesse costituiscono di per sé una delle forme macroscopiche di carsismo epigeo e rappresentano un forte indizio di presenza di forme carsificate ipogee.[5]. Di particolare interesse è a Molfetta il cosiddetto Pulo, grande sprofondamento di origine carsica localizzato a non più di due chilometri dal centro urbano di Molfetta. A seguito del terremoto in Irpinia, del 23 novembre del 1980, la cavità carsica appena fuori l'abitato, e che da diversi anni veniva utilizzato nel periodo natalizio come cornice scenografica per la messa in scena del locale "presepio vivente", fu dichiarata inagibile e chiusa alla pubblica fruizione per motivi di sicurezza. Il comune di Molfetta ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 66.839 abitanti. Molfetta è raggiungibile attraverso l'autostrada A 14 Bologna-Taranto, l'autostrada A 16 Bari-Napoli, la strada statale 16 Adriatica Padova-Lecce, la strada provinciale 112, da Terlizzi, attraverso il tracciato della vecchia Statale 16 da Giovinazzo e Bisceglie, da Ruvo mediante la relativa strada provinciale, da Corato dalla strada vicinale Coppe, e da Bitonto da un'ulteriore strada provinciale. Il 2 aprile del 1640 per atto rogato dal notaio Giovanni Francesco Poggio di Genova, il nobile Giacinto Biaggio, procuratore di Ferrante III Gonzaga, vendette a Gian Stefano Doria, il quale nello stesso atto nominò suo nipote Luca Spinola[36], la città di Molfetta per 170.000 ducati, di questa cifra 161.219 ducati costituivano il debito del Gonzaga nei confronti del Doria. Le sorti dell'economia molfettese sono oggi affidate all'incremento industriale sia per la possibilità di produrre nuova occupazione, sia per l'occasione di impiegare risorse umane e finanziarie presenti a diversi gradi sul territorio. Sempre nel centro antico è situata la barocca Chiesa di San Pietro, eretta su una precedente chiesa romanica. Di conseguenza sorsero, anche a Molfetta, alcune società segrete come quella dei Filadelfi, in lotta per la libertà. I lavori, iniziati nel 1925, si protrassero per un anno e mezzo; l'inaugurazione del nuovo Seminario Regionale, intitolato a Pio XI avvenne il 4 novembre 1926. Il Calvario è un piccolo tempio edificato nel 1856, progettato dall'architetto Corrado De Judicibus, su commissione dei padri gesuiti. Il conferimento dei dati è facoltativo, salvo per quelli indicati come obbligatori per poterle permettere di accedere ai servizi offerti. Per quanto attiene al settore primario, la città inoltre contava su un'industria attivamente sviluppata nei settori: agricolo, ortofrutticolo, oleario, della floricoltura, dei derivati degli olii al solfuro (olio di sansa), delle tegole in cotto. L'impianto attuale della chiesa insiste parzialmente sulla vecchia chiesa dell'XI secolo, di cui resta solo una cupola e la struttura sottostante, dove oggi sorge l'altare. si conclude al liceo classico di molfetta il progetto per la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne Venerdì 18 dicembre incontro online con Lucia Annibali, deputato ed autrice di un libro, e la senatrice Valeria Valente, presidente della Commissione parlamentare di … Altre vie nodali della città sono: via Madonna dei Martiri, via Goffredo Mameli, via Guglielmo Marconi, via Felice Cavallotti, via Alessandro Volta, via Bari, via Domenico Picca, via Annunziata, via Paniscotti, viale Pio XI, viale Don Minzoni, viale Martiri della Resistenza. A partire dal 2001 il Comune di Molfetta ha aderito alla Rete Città Sane dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), dando inizio a una serie di monitoraggi costanti sugli indicatori designati dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità, periodicamente raccolti e pubblicati nel Profilo di Salute della Città (il primo dei quali è stato edito nel 2003), nei quali il fattore demografico è di fondamentale importanza. A ponente, lungo l'asse della strada comunale Coppe (antica strada per Corato), troviamo i resti di Chiuso della Torre[73], che dà il nome alla omonima contrada, inglobati tra i capannoni industriali della zona ASI (Area Sviluppo Industriale); il Casale, ristrutturato nel 1719 dalla famiglia Passari sul sito dove sorgeva l'antico Casale di San Primo (ottobre 1135); Torre di Claps, con annessa chiesa di San Martino (1083), donata nel 1731 alla famiglia Claps (originaria di Potenza). che specie erbacee aromatiche (melissa, camedrio bianco, mente varie) accanto ad alberi e cespugli tipici della macchia mediterranea (lentisco, biancospino, alloro, melograno, viburno, carrubo, ecc.). TERRAE E NATURALIA PRESENTANO LE ..."il fatto" MolfettaSkip to content. Il comune di Molfetta ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 66.839 abitanti. Sorta anticamente sull'isoletta di Sant'Andrea, l'area urbanizzata ha un fronte mare di circa 3,5 chilometri a levante e altrettanti a ponente rispetto al nucleo antico e al porto. In via di trasformazione e sviluppo, sono, poi, i settori informatico e commerciale soprattutto verso i Paesi emergenti, mentre le industrie cantieristica, enologica, e delle paste alimentari, un tempo fiorenti, ora segnano il passo, vinte dalla concorrenza a livello nazionale. [42] Iniziò così l'occupazione austriaca di Molfetta. Periodicamente poi, specie in autunno, Molfetta è battuta da raffiche (che possono risultare forti, anche se di breve durata) di venti di scirocco (da sud-est), d'ostro (da sud) e di libeccio, localmente detto favonio (da sud-ovest). Nel 1853 iniziò la costruzione del faro. TORNANO I BUONI SPESA. Altre strutture adibite a posti di osservazione (avvistamento), inserite nel tessuto urbano, erano: una delle due torri del Duomo (Vecchia Cattedrale) e il Torrione detto "del mare che passa", noto come Torrione Passari. - Molfetta Il Fatto Da non dimenticare, al centro della Villa Comunale, lo splendido Monumento ai Caduti della prima guerra mondiale, opera mirabile del celebre scultore cittadino Giulio Cozzoli, costituito da un gruppo bronzeo che rappresenta la Vittoria Alata nell'atto di sorreggere un fante caduto sul campo di battaglia, che si erge su un basamento in marmo sui cui prospetti laterali e posteriore sono inseriti i bassorilievi bronzei che recano scolpite scene di guerra con protagoniste le diverse forze armate che presero parte a quel conflitto. Nell'ottobre del 1860 infatti si tenne nella Piazza Municipio di Molfetta, il plebiscito per l'annessione del Regno delle due Sicilie al governo di Vittorio Emanuele II, il cui esito decretò l'annessione del regno all'Italia unificata. Di particolare attenzione è un grande quadro del celeberrimo Corrado Giaquinto, pittore molfettese del settecento, a cui è intitolata la Pinacoteca Provinciale di Bari. Il piatto si accompagna bene a frutti di mare e vino, e costituisce anche un piatto unico. Dopo diversi anni di abbandono è stato avviato, nel 2017, il cantiere che ha trasformato l'edificio in un hotel di lusso.[63]. L'abilità dei maestri d'ascia molfettesi, che producevano trabaccoli e bilancelle, era riconosciuta anche fuori regione. In seguito al crollo di una palazzina, nel 1964, iniziò un lento abbandono del centro storico[16], che solo negli ultimi anni sta vedendo dei primi segni di rinascita. In realtà, la vendita della città non trovò piena e immediata esecuzione perché il Regio Consiglio Collaterale in data 11 luglio 1640 sospese a Luca Spinola il possesso della stessa. Si ritiene che Molfetta sia stata fondata dai Greci attorno al IV secolo a.C. Successivamente la polis passò sotto il dominio dei Romani, che le diedero il nome Respa[9]. Virtus Molfetta (Prima Categoria), la Fulgor Molfetta 2009 (Terza Categoria) e l'Associazione Sportiva Dilettantistica Aquile Molfetta, società di calcio a 5[121][122][123]. Nella stagione 2014-2015 la squadra è arrivata a disputare i play-off scudetto, perdendo ai quarti contro il Trentino Volley .Nella stagione successiva. Gio Evan, al secolo Giovanni Giancaspro, è uno scrittore e cantautore di 32 anni. Al suo interno si trova di solito: merluzzo fritto e sbriciolato (il merluzzo usato è di taglia più grande di quello solitamente consumato, ed è detto in gergo "nùzze stùbete" ), cipolle bianche tagliate molto sottili e stufate assieme a cavolfiori, olive denocciolate (solitamente si usano le cosiddette "pasòele") e un cucchiaino di ricotta forte (in gergo chiamata "recòtt'a'scquènde").