Si concedevano 60 giorni di tempo alle persone inserite negli elenchi provvisori per presentare ricorso alla Commissione per l'esame dei ricorsi dei confidenti dell'OVRA. Lo spietato conte Antonini L'agente dell'Ovra che usò anche Soldati. 24a Seduta (2 febbraio 1955) LOCATELLI, Segretario, legge il processo verbale della seduta precedente, che è appro­ vato. Ufficio Paesi esteri, + Ministero del tesoro. IV versamento, + Ministero delle finanze. 1. La "Commissione Cannarsa" certificò la validità dei nomi e i primi 620 nominativi furono pubblicati il 2 luglio successivo sulla Gazzetta Ufficiale negli "elenchi provvisori". La prima Commissione per la pubblicazione delle liste dei fiduciari OVRA, nota anche come "Commissione Cannarsa", fu istituita nel 1946 con decreto Ministeriale del 6 febbraio, col compito di formare un elenco nominativo di (presunti) confidenti dell'OVRA che poi il Ministero dell'Interno avrebbe dovuto far pubblicare sulla Gazzetta Ufficiale. Direzione generale del tesoro. REGIO DECRETO LEGISLATIVO 25 maggio 1946, n. 424 Norme per la pubblicazione dell'elenco dei confidenti dell' O.V.R.A. Gabinetto. 1° - La polizia dello Stato totalitario contro gli oppositori. Nel primo elenco di 620 informatori segreti dell'OVRA pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» il 2 luglio 1946 vi era infatti il nome di Dino Segre, con un compenso di 5.000 lire al mese, cifra decisamente considerevole per l'epoca. Asse ecclesiastico. A16, stranieri.1942-1944, + Ministero dell'interno. Categorie permanenti. Sulla base di caratteri omogenei sono stati aggregati in serie alle quali è stata attribuita una denominazione. Elenco di confinati, ammoniti e diffidati dalla Commissione provinciale di Perugia per i provvedimenti di Polizia dal 1940 al 1943 146 4. Questa era basate sull'esame dei fascicoli degli informatori, i cosidetti "fascicoli rossi", dell'archivio della Divisione polizia politica recuperato al Nord. Il Ministro dell'Interno Romita nominò il questore Enrico Morazzini e il Ministro di Grazia e Giustizia Palmiro Togliatti nominò il giudice Massimo Severino. La prima Commissione per la pubblicazione delle liste dei fiduciari OVRA, nota anche come "Commissione Cannarsa", fu istituita nel 1946 con decreto Ministeriale del 6 febbraio, col compito di formare un elenco nominativo di (presunti) confidenti dell'OVRA che poi il Ministero dell'Interno avrebbe dovuto far pubblicare sulla Gazzetta Ufficiale. è un libro di Mimmo Franzinelli pubblicato da Bollati Boringhieri nella … I tentacoli dell'OVRA. Un nuovo esercito di fiduciari, spie e delatori al servizio della Polizia politica, dell’Ovra e delle Questure creano una diffusa rete informativa in grado di controllare l’interno paese. Direzione generale pubblica sicurezza (1861-1981). Divisione affari generali e riservati. Essa ha carattere frammentario ed è riconducibile prevalentemente all'attività dell'Alto Commissariato aggiunto per la punizione dei delitti (confluito con dllgt 8 feb. 1946, n. 22 nell'Ufficio sanzioni contro il fascismo) e in particolare all'attività dei magistrati dell'Ufficio indagini. E venne prosciolto da ogni accusa («Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana», numero 13, 17 gennaio 1947, pagina 147). P OVRA e zone di confine. OVRA, Inventario online Elenco degli informatori retribuito dell’OVRA per la sub zona Umbria dal 1936 al 1943 con le somme corrisposte 139 2. 9), + Ministero del tesoro. Mai usata in atti ufficiali, indicava il complesso dei servizi segreti di polizia politica durante il regime fascista. Direzione generale imposte dirette. , strumentiCodice=Inventario online Ai fini dell'inserimento -e della cancellazione- negli elenchi dei confidenti, il termine "OVRA" fu interpretato estensivamente, includendo, oltre all'OVRA propriamente detta, anche la MVSN, la Polizia Politica ed ogni altra branca del Regime fascista[1]. in bibliografia. Agenti, collaboratori e vittime della polizia politica fascista. La documentazione riguarda specificamente la complessa vicenda della identificazione dei confidenti dell'OVRA (Organizzazione vigilanza e repressione antifascismo). Quanto alla individuazione di altri confidenti OVRA, la "Commissione Brugner", in circa un anno di lavoro, riuscì a predisporre 5 liste contenenti, complessivamente, 390 nominativi di confidenti e fiduciari delle 10 zone OVRA, che non vennero però mai resi pubblici dalla Presidenza del Consiglio (ma oggi riportati nell'opera di Canali citata in bibliografia). Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 25 ago 2020 alle 00:13. (GU Serie Generale n.133 del 10-06-1946) Alla "Commissione Brugner" venne inoltre affidato il compito di esaminare preliminarmente i ricorsi contro l'iscrizione negli elenchi provvisori pubblicati nel luglio del '46. Il volume è arricchito da una ricca documentazione fotografica, da testimonianze dirette, da un elenco degli informatori dell’OVRA in Umbria e da un aggiornamento della lista dei confinati, degli ammoniti e dei diffidati dalla Commissione Provinciale di Perugia negli anni 1940-43. I tentacoli dell'OVRA. Roberto Festorazzi - Dom, 13/04/2014 - 07:30. Il suo nome spuntò nell’elenco degli informatori dell’Ovra (in codice: Tisde 311), acronimo nella sua essenza mai ben definito perché è stato letto in svariati modi: Organo di Vigilanza dei Reati Antistatali oppure Organizzazione di Vigilanza e Repressione dell’antifascismo o ancora Opera Volontaria per la Repressione dell’Antifascismo. Agenti, collaboratori e vittime della polizia politica fascista. La questione degli informatori dell'Ovra fu dibattuta per la prima volta dai ministri durante la seduta del 6 aprile '46, quando il responsabile dell'Interno Giuseppe Romita informo' i colleghi del lavoro delle due commissioni speciali incaricate di accertare le responsabilita' individuali di 1.000 fiduciari della speciale sezione della polizia mussoliniana e 300 ''subfiduciari''. Direzione generale demanio. I fascicoli sono stati versati in completo disordine e non presentavano elementi formali comuni e coerenti tali da consentire la ricostruzione della loro organizzazione originaria. OSCAR GuidaInventario [id=bdb28101-69cc-45ea-8d36-b05a991e683c, idGuida=IT-ACS-AS0001-0000538, nomeGuida=Alto Commissariato aggiunto per la punizione dei delitti - OVRA, idContesto=, idGuidaRaggruppamento=IT-ACS-AS0001-0004652, nomeGuidaRaggruppamento=ARCHIVI DEGLI ORGANI POLITICI E AMMINISTRATIVI DELLO STATO, idGuidaLivello2=IT-ACS-AS0001-0000408, nomeGuidaLivello2=PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, dataGuidaLivello2=(1860 - 2000), hierGuidaLivello2=00001.00003.00004, dbInventario=acsSt0292, idInventario=IT-ACS-GEAST0292-0000000002, nomeInventario=Presidenza del consiglio dei ministri. • È stato possibile ricostruire un elenco di 48 informatori dell’OVRA che agivano in Umbria, con l’indicazione dei corrispettivi versati periodicamente, direttamente gestiti da Andriani e dai suoi più stretti collaboratori. Nell'elenco delle spie e la riabilitazione (1948-1954) Quando con la fine della guerra Del Re vede comparire sulla Gazzetta Ufficiale il suo nome tra i 622 collaboratori dell'OVRA chiede che sia cancellato ma , il 15 gennaio 1948 la "Commissione per l'esame dei ricorsi dei confidenti dell'OVRA" respinge la richiesta con la seguente motivazione: Ma - diciamolo subito - questo studio monumentale su I tentacoli dell'Ovra riesce tutt'altro che verboso: al contrario, si segnala per l'asciuttezza dello stile. è un libro scritto da Mimmo Franzinelli pubblicato da Bollati Boringhieri nella collana Universale Bollati Boringhieri Acquista online il libro I tentacoli dell'OVRA. Direzione generale pubblica sicurezza (1861-1981). Per ogni informatore esistevano 3 fascicoli contrassegnati da un numero che lo identificava: il fascicolo con il numero semplice conteneva le relazioni originali inviate dall'informatore; quello con il numero bis conteneva i documenti relativi alla sua assunzione e corrispondenza varia; infine quello con il numero ter riguardava i pagamenti, le somme corrisposte all'informatore. Nuova ediz. La seconda Commissione per la pubblicazione delle liste dei fiduciari OVRA, nota anche come "Commissione Brugner" fu costituita nell'agosto del 1946, su sollecitazione dell'Ufficio speciale per le sanzioni contro il fascismo, per esaminare delle nuove liste di confidenti (quelle dei confidenti e fiduciari regionali delle dieci Zone OVRA). Tale organismo doveva, sulla base dei documenti ritrovati, pubblicare un elenco nominativo dei confidenti dell’OVRA. Serie borse valori, + Ministero delle finanze. OVRA 1944 - 1948 Inventario a cura di: ... Questa era basate sull'esame dei fascicoli degli informatori, i cosidetti "fascicoli rossi", dell'archivio della Divisione polizia politica recuperato al Nord. Ma l'OVRA non predispose alcuna rete di informatori nel Regno Unito. Direzione generale catasto e servizi tecnici erariali. Un lettore affrettato e straniero potrebbe domandarsi perchè que­ sta rivista organo dell’ Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia si occupi di problemi e aspetti relativi alla vita Parecchi informatori della polizia provengono dallo schieramento antifascista, i più abili sono soggetti con precedenti incarichi, ... La Gazzetta Ufficiale del 2 luglio 1946, nell’Elenco nominativo dei confidenti dell’Ovra, non riporta il nome di Vincenzo Bellavia. Antonio Sannino, "Le Forze di Polizia nel dopoguerra", Mursia 2004. Dopo di che, la commissione per i ricorsi emetteva il proprio inappellabile giudizio. A16, stranieri. , nomeInventarioCorto= Alto commissariato aggiunto per la punizione dei delitti - OVRA Categorie permanenti. La commissione rassegnò le dimissioni nel settembre del 1947. Erano stati esclusi dalla pubblicazione, ai sensi del RDL n. 424/1946, i funzionari della PS e le persone nel frattempo decedute. Documenti in gran parte inediti, frutto del lavoro della tentacolare rete di informatori messa a punto a suo tempo da Mussolini durante gli anni del regime, e che seguono principlamnete due direttive: i complotti massonici e gli scandali sessuali. Direzione generale catasto e servizi tecnici erariali. - (Adnkronos) - Almeno 380 nomi di spie dell'Ovra, i cui nomi erano stati trasmessi al ministero dell'Interno tra il 1946 e il 1947 (in cinque elenchi successivi), non sarebbero mai stati resi noti. Relazioni al direttore generale, + Ministero delle finanze. Mutui all'estero (pos. Alto Commissariato per le Sanzioni contro il Fascismo, Ufficio speciale per le sanzioni contro il fascismo, Commissione per l'esame dei ricorsi dei confidenti dell'OVRA, Governo della Repubblica Sociale Italiana, Alta corte di giustizia per le sanzioni contro il fascismo, Commissione per l'esame dei ricorsi dei confidenti dell'OVRA - "Commissione Cataldi", https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Commissione_per_la_pubblicazione_delle_liste_dei_fiduciari_OVRA&oldid=115108576, Storia dell'Italia nel secondo dopoguerra, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Circolari, + Ministero delle finanze. In definitiva, nella questione Silone sembrano confluire alcuni aspetti delle vicende e delle tipologie degli informatori dell'Ovra, così accuratamente descritte da Franzinelli nel suo volume I tentacoli dell'OVRA (Torino, Bollati Boringhieri 1999): debolezze umane e psicologiche, delusioni politiche, senso di … Agenti, collaboratori e vittime della polizia politica fascista. OVRA Sigla di Opera vigilanza repressione antifascista. Direzione generale del tesoro. La Ceka ... Fu mantenuto un riserbo pieno di un assurdo rispetto per molti dei nomi contenuti nell'elenco più corposo. del Cons, e dell'int.) Antonio Sannino, "Il Fantasma dell'Ovra", Greco & Greco 2011.