Preghiamo, Per la comunità cristiana della nostra città, perché viva nella condivisione della  preghiera l’impegno quotidiano dell’adesione a Cristo Risorto,  e, animata da un sincero spirito di pace, lo testimoni nell’accoglienza degli immigrati, nell’attenzione verso gli ammalati e le persone più emarginate. Preghiamo, Per tutti gli uomini che sono alla ricerca del Dio vivo e vero, perché lo Spirito Santo doni loro la gioia di incontrare cristiani che vivano nella verità e nell’osservanza dei Comandamenti e siano segno e testimonianza dell’ amore di Dio. invia. Preghiamo, 3) Per le nostre famiglie, perchè trovino nella parrocchia quel clima cordiale di amicizia e solidarietà. Preghiamo, Per quanti sono perseguitati a causa della fede in Cristo: perché trovino in essa la forza di perdonare e di offrire le proprie sofferenze per la santificazione della Chiesa e del mondo intero. Perché il cammino penitenziale che oggi inizia aiuti la comunità parrocchiale a crescere nella comunione e nell’amore verso Dio e i fratelli, attraverso l’ascolto della Parola, la preghiera e la carità, preghiamo, Per la Chiesa: perché sia segno visibile dell’amore di Dio e della sua attenzione verso gli uomini, in particolare verso quanti sono delusi e sfiduciati, preghiamo, Per gli amministratori: perché, illuminati dallo Spirito, scelgano la via del bene e tutelino i diritti fondamentali di ogni persona, impegnandosi lealmente per la giustizia sociale e la pace, preghiamo, Per tutte le situazioni di precarietà e di fragilità umana: perché Gesù e la sua Parola siano la roccia sicura su cui costruire ogni scelta di vita, preghiamo, Per i bambini malati e per le loro famiglie: perché non manchi loro il conforto di un sorriso, di un abbraccio e di una preghiera che doni speranza e serenità e li faccia confidare totalmente nell’aiuto e nella misericordia di Dio, preghiamo, Per la comunità: perché, fedele alla volontà di Dio e con coraggio e coerenza, sappia tradurre il Vangelo in gesti concreti di fraternità e di carità per il prossimo, preghiamo, Per i popoli del nord Africa che vivono questa fase della loro storia nel dramma della rivolta per la libertà: perché vengano al più presto trovate soluzioni giuste ed eque che portino alla tranquillità e alla pacifica convivenza fra diverse culture e religioni, nell’impegno condiviso per il bene comune, per la libertà e per il rispetto dei diritti umani; preghiamo, Per gli innamorati: perché alla luce della Parola di Dio, che li prepara alla vita matrimoniale vivano il dono e la bellezza dell’amore con entusiasmo e serenità, liberi da ogni superbia ed egoismo, crescendo e maturando nella comunione, nella fedeltà e nell’adesione a Gesù nel servizio della Chiesa; preghiamo, Per tutti noi e per la comunità: perché, distaccati dai beni materiali, sappiamo confidare nella provvidenza e nell’amore di un Dio che, in ogni circostanza della vita, ci è accanto e non ci abbandona mai, mediante una sincera e instancabile disponibilità verso gli ammalati,  i sofferenti e le persone sole;  preghiamo, Per il piccolo Mattia, che oggi diventa creatura nuova nel Battesimo: perché, guidato dai genitori e con l’esempio dei Padrini e della comunità parrocchiale, diventi vero discepolo di Gesù e testimone fedele del Vangelo; preghiamo, Perché la Chiesa sia disponibile e accogliente verso ogni uomo, testimoniando in modo autentico e credibile l’amore e la misericordia di Dio, preghiamo, Perché il nostro paese e tutti i popoli turbati, in questi giorni, da rivolte e violenze, superino tensioni politiche e sociali, sentimenti di odio e di inimicizia, riscoprendo, alla luce del Vangelo, la pace, l’amore e il rispetto per il prossimo e per Dio, preghiamo, Perché possiamo essere “perfetti” come il Padre e camminare, con generosità, sulla via della santità e dell’amore totale a Cristo, preghiamo, Perché il Signore ci aiuti a vincere l’indifferenza e l’egoismo che è in noi, per amare e perdonare tutti con cuore sincero, preghiamo, Perché la comunità, nell’unità, nella fraternità e nella preghiera, si apra all’amore e alla riconciliazione con Dio e con i fratelli e compia gesti concreti di condivisione e di carità, preghiamo, Santa Messa animata dal gruppo Missionario, Perché la Chiesa sia sempre maestra di amore e di perdono, preghiamo, Perché la pace, tanto invocata da noi piccoli, sia promossa dai politici di tutti i paesi, preghiamo, Perché possiamo crescere in un mondo dove non ci sia odio e guerra, ma solo pace e amore, preghiamo, Perché riusciamo a perdonare il compagno che ci offende, preghiamo, Perché la nostra comunità sia disponibile a porgere l’altra guancia, preghiamo, Per la Chiesa: perché viva e trasmetta sempre la gioia di appartenere a Cristo e di essere strumento di misericordia, di riconciliazione e di salvezza per ogni uomo, preghiamo, Per il nostro mondo, nel quale l’ingiustizia e l’oppressione dei potenti sono causa di violenza e di guerra: perché lo Spirito e la sapienza di Dio convertano i cuori alla giustizia, alla pace e al rispetto della libertà, preghiamo, Per le famiglie: perché, fedeli alla legge dell’amore e del perdono, superino le chiusure dell’egoismo e educhino al dialogo e alla comprensione reciproca, preghiamo, Per tutti noi: perché, nel cammino di ricerca interiore e di fede, sappiamo abbandonarci con fiducia al Signore, corrispondendo, fino in fondo, alla Sua sapienza e al Suo amore infinito e incarnandoli nella quotidianità della vita, preghiamo, Per la comunità: perché, mettendo al centro la Parola, l’Eucarestia e la Preghiera, sia concreta testimonianza di comunione fraterna, di carità e di amore disinteressato verso il prossimo, preghiamo, Per la Chiesa: perché, fedele alla sua missione, sia luce per tutti gli uomini e li guidi nella ricerca dei valori autentici dell’amore e della comunione fraterna, preghiamo, Per la città di Zelo: perché ogni battezzato, possa essere, in essa, presenza luminosa e testimone visibile del Vangelo, impegnandosi a educare alla pienezza della vita, ad accoglierla e a custodirla sempre, anche quando è debole e bisognosa di aiuto, preghiamo, Per i fanciulli e i giovani: perché trovino in Gesù e nella sua amicizia la felicità vera per diventare il sale che dà sapore e la luce che illumina la storia di ogni giorno, preghiamo, Per le famiglie: perché genitori e figli crescano insieme nella luce di Cristo e della sua Parola trasmettendola, con coraggio, gioia ed entusiasmo, in ogni ambiente, preghiamo, Per la comunità: perché sappia essere luce per quanti sono lontani dalla parrocchia e vivono nella solitudine, nella povertà e nella sofferenza spirituale e materiale, preghiamo, Per la Chiesa e i suoi pastori: perché annuncino agli uomini le Beatitudini come la vera novità del Regno di Dio che Gesù è venuto a portare regno di misericordia, di conversione e di pace, ma soprattutto di accoglienza per i più poveri e i bisognosi. La celebrazione di questa domenica si arricchisce, per la nostra comunità, della tradizionale festa del mare, dedicata alla Vergine Addolorata che, in perfetta unione con il Figlio, si accompagna alla nostra vita nella realtà di ogni giorno, ci incoraggia e ci sostiene a vivere le prove e le sofferenze, accettando come Lei il dolore e a farne offerta al Padre. - Montale (Pistoia), 7 gennaio 2020 - Don Paolo Firindelli lascia la parrocchia di Montale. Padre, Ave, Gloria. Amen. Secondo il popolo ebraico, infatti, la lebbra era considerata la malattia che rendeva l’uomo impuro e, pertanto, ne decretava l’isolamento. Preghiamo, Per la Chiesa, perché prepari la via al Signore nella fedeltà fino al martirio, invitando gli uomini alla conversione e portandoli all’incontro con Cristo, indicandolo come il Salvatore, l’Agnello di Dio, colui che toglie il peccato dal mondo. Amen, VII Domenica di Pasqua – Ascensione del Signore. Preghiamo, Per coloro che sono nella sofferenza e nel disagio sociale, per tutti coloro che stentano a guardare con fiducia al futuro, perché sappiano cogliere nella nostra comunità parrocchiale, che vuole imitare le virtù di accoglienza gratuita della Vergine Santa, una energia affettiva sempre più autentica, da valorizzare a sostegno delle loro tante difficoltà. Noi bambini troviamo nelle scuole e nei luoghi di aggregazione compagni cinesi, rumeni, bulgari, cechi, marocchini, filippini e ROM. Oh Mamma Maria, tu sei la mamma di Cristo operaio che con l’aratro a forma di Croce ha dissodato i terreni rocciosi e va seminando i chicchi di grano che diverranno spighe preziose/, Tu Maria/ Tu la Santa/ Tu la Pia/ Tu la stella che brilla sul mare/ Sei l’oro e l’argento più puro/ Sei il sollievo e il ristoro di chi cade, ma sincero ti chiede perdono/ Tu oh bella pellegrina con noi; oh eterna Immacolata per tutti/ Tu sei la mamma che stende il suo braccio verso chi canta e lode il tuo nome/ Oh mamma adorata, apri ancora il tuo petto per chi vuol sentire il tuo cuore, che scandisce solo battiti di gioia e di amore/ Tu, Oh Mamma Maria, sei il solo tempio del tempio di Dio/ Come sanguina, com’è viva quella piaga causata dalla lama fendente/ Com’è salda quella pietra scartata dal mondo, che come carne del seno materno è diventata la colonna portante della Chiesa in Cristo/, Come sei bella Mamma Maria/ Come sei grande con la corona dalle dodici stelle/ Come sei cara per i tuoi lontani dodici figli / Oh Madre Celeste , tu sei anche la mamma dei dodici uomini, che come fratelli Cristo chiamò/ Tu sei un gioiello, oh mamma mia cara/ Tu sei un diamante/ Tu sei “il Diamante”/ Tu sei Diamante per chi ti cerca, per chi ti vuole madre mia/ Tu sei la mamma di Cristo Gesù/, Ceneri, segno per coloro che rifiutano una esistenza dispersa in corse e accaparramenti… Non siamo ritornati al Catechismo di san Pio X, ma stiamo inflazionando la vita dei fedeli con riunioni su riunioni e con contenuti che, a mala pena, fanno il solletico alla mente e certamente non scaldano il cuore. Preghiamo, Per la nostra comunità che vive con particolare intensità la devozione alla Incoronata, perché guidata da Lei sappia alzare lo sguardo verso l’alto, crescere nell’amore a Gesù. In questo tempo propizio per la crescita della fede, la Chiesa ci chiede di riflettere sul dono della vita familiare e sull’importanza che i genitori hanno nel compito educativo in ordine alla fede. ore 11.00 Don Angelico ricevette la Tonsura il 23 dicembre 1923 ad Alghero, per mano di S. E. Mons. - nell’anno che si apre. Sappia mettere al centro della propria vita i beati del Vangelo, privilegiando l’essenzialità, la comunione verso gli ultimi e la carità verso i più poveri. A tutti assicuro una preghiera e benedizione speciale. Gn 2:10 «Tu sei degno, o Signore e Dio nostro, di ricevere la gloria, l’onore e la potenza, perché tu hai creato tutte le cose, e per la tua volontà furono create e sussistono». Subito dopo la conclusione della santa messa in tanti si sono voluti avvicinare a Don Paolo, mentre si toglieva le vesti indossate durante la celebrazione, per salutarlo e per assicurarsi che quel saluto fosse solo un arrivederci. 26 gennaio 2015, 3:02 AM ... per annunciare ai suoi fedeli quello che potrebbe essere definito come una sorta di "ritiro a vita privata": "Carissimi tutti, oggi ho da darvi un avviso insolito. Ricordiamoci che la vera malattia è la perdita della grazia e dell’amore di Dio dalla quale è impossibile guarire. Preghiamo. PREGHIERE DEI FEDELI . La gestione dei cookies è sotto il controllo diretto dell’utente: è possibile impedire la registrazione dei cookies, cancellarli o semplicemente selezionare quelli che si desidera conservare. Preghiamo, Per i ricercatori, gli scienziati e gli studiosi, perché guidati dalla luce che illumina l’umanità in Gesù Bambino e animati dalla ricerca sincera della verità e dell’armonia che abita la creazione, sappiano come i Magi dialogare con le altre culture e religioni per trasmettere a tutti il dono della presenza di Dio nell’uomo e nel creato. Perché noi che partecipiamo alla Mensa eucaristica, ci sentiamo veramente attratti dal Signore e accogliendo i Suoi insegnamenti, eleviamo nel nostro cuore un canto di gratitudine e di gioia nel farci dono ai fratelli che si accompagnano alla nostra vita. Preghiamo, Per i nostri governanti e amministratori, perché con vera passione evangelica colgano la preziosità di orientare la vita della società e delle comunità loro affidate dal Signore, nella solidarietà e nella condivisione verso tutti, rimuovendo ogni egoismo e interesse di parte. Preghiamo, Per questa nostra assemblea, perché incontrando Gesù, fonte di vera comunione e ascoltando la Sua voce, apra il cuore al comandamento dell’amore, facendosi presenza fraterna, voce di tutti nella preghiera, segno di speranza e di pace nella nostra città. Madre, tu che hai accompagnato il Tuo diletto figlio Gesù lungo la strada del Calvario fino alla Croce, dacci la forza per affrontare le difficili prove della vita con la giusta serenità; fa che, nei momenti di dolore e di angoscia, la nostra fede non tentenni ed il cuore non si incupisca, fino a spegnere persino la speranza. Preghiamo, Per l’Università Cattolica del Sacro Cuore, perché sostenuta dalla preghiera e dalla fiducia dei Cattolici, apra maggiormente ai poveri gli spazi formativi, continui a svolgere la sua preziosa missione educativa e ad offrire il suo indispensabile contributo alla cultura, perché i giovani, illuminati dalla fede, guardino con fiducia al futuro. Aiuta i governanti perché la nostra nazione possa essere unita, affinché trovi i veri beni per tutta la società. Maurizio Protto. Carissimi, buona domenica a tutti, ho pensato di realizzare questo video messaggio per salutarvi e soprattutto per manifestare tutto il mio affetto e la mia vicinanza in questo momento di prova. Coronavirus, il parroco recita la messa alle foto dei fedeli sui banchi della chiesa VIDEO di redazione Blitz Pubblicato il 25 Marzo 2020 15:19 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2020 15:21 Preghiamo, Per la comunità ecclesiale, perché cresca nella coscienza di essere la comunità del Pane eucaristico ricevuto e condiviso, perché seguendo l’esempio di Gesù viva sempre con entusiasmo la disponibilità al ringraziamento e alla condivisione della propria povertà. L’azione pastorale sostiene e incoraggia il protagonismo della famiglia, perché sia educatrice secondo lo stile di Gesù che educa e insegna. Fa’ che accogliamo il disegno che hai su di noi e sui figli anche quando costa rinnegamento di sè e sacrificio. Preghiamo, Per la città di Zelo B. P. perché nella Vergine Immacolata, rinnovi e rafforzi la fede, trovi le ragioni della speranza, la gioia del cammino di ogni giorno nella serenità, nella pace, nell’unità, crescendo nell’amore nella comprensione e nella stima verso tutti. Preghiamo, Per le nostre famiglie, perché nella luce nuova della Pasqua, riscoprano la bellezza e la responsabilità del ruolo insostituibile di primi educatori dei figli alla fede ed ai grandi valori spirituali e morali che sono alla base della loro crescita gioiosa e fraterna. ADORAZIONE EUCARISTICA, Il primo Giovedì del mese Toufic Bou Merhi, ha celebrato in diretta sui social media il Triduo Pasquale, in comunione spirituale con circa 120 fedeli. Cresca nella coscienza che la propria povertà, visitata e sostenuta dalla benedizione di Dio, sia sufficiente a sfamare, materialmente e spiritualmente, coloro che il Signore ci fa incontrare lungo il cammino della vita. Preghiamo, Per i missionari, per i religiosi, per i sacerdoti, perché attraverso la loro opera, tutto il mondo possa conoscere l’Amore del Padre, la gioia del perdono, l’abbraccio della riconciliazione, la solidarietà dei fratelli. Verità germoglierà dalla terra e giustizia si affaccerà dal cielo. Sentiamoci insieme famiglie che accolgono e generano la vita in pienezza, custodendo i doni ricevuti, sull’esempio dell’ umiltà e della disponibilità della Famiglia di Nazareth. Con la speranza che un momento così particolare come l’arrivo del nuovo parroco diventi anche occasione di crescita e di nuovi orizzonti per la vostra parrocchia, vi saluto, vi benedico e mi affido anche alla vostra preghiera… LECTIO DIVINA "sospesa". 25 settembre 2019, 23 ottobre, 20 novembre, 18 dicembre. Ceneri, polvere che si accumula su coloro che si mettono sulla strada del servizio… Non viene nominato nessun nuovo parroco per la parrocchia di Furci. L’evento dell’Ascensione segna il compimento della Pasqua del Signore e inaugura il momento iniziale della Chiesa, invitata a percorrere le strade del mondo per annunciare la Buona Novella della salvezza. a)    a vivere: dandomi la salute ed i mezzi necessari…. Preghiamo, Per coloro che il Signore ha posto come pastori delle nazioni, perché siano attenti al grido dei popoli loro affidati, che chiede di vivere la fraternità in Cristo. Oggi la celebrazione è animata dal soffio dello Spirito Santo. Preghiamo, Per la chiesa che attende con gioia il Natale del Signore perchè viva questo tempo di attesa con cuore aperto al  Signore che viene a visitare l’umanità avvolta nei limiti dell’egoismo, della paura per il futuro e del vuoto dell’essere. Preghiera per il nostro parroco nel 25° anniversario di Ordinazione Sacerdotale . Perché coscienti della responsabilità di essere al servizio di ogni uomo, aiutino a vivere la libertà religiosa, sappiano distribuire in modo equo i beni della terra, concorrano con leggi più giuste a colmare il divario esistente fra i ricchi e i poveri. Per questo ti preghiamo, Signore, libera l’umanità di oggi dal vuoto di valori che l’attraversa, affinché possa essere sempre vigile per accogliere con Spirito puro la Tua venuta. – Signore, tu che sei Padre, fratello e amico, aiuta questa umanità smarrita a trovare unione tra le nazioni, non le divisioni; a trovare la pace, non la guerra. Terminato il quinto si prega la Salve Regina. Don Vincenzo Fortunato è pronto a dare il suo contributo umano e spirituale in questo nuovo viaggio pastorale. Illuminalo con il tuo Santo Spirito, assistilo con la tua grazia, sostienilo con la tua forza. Preghiamo, Per i governanti, perché sentano la responsabilità di vivere con coerenza il loro servizio, anche in situazioni di fallimento, alimentando la speranza, testimoniando la giustizia nella ricerca della verità. – Per i cresimandi e genitori e padrini: Vieni Spirito di Dio soffia delicatamente come una brezza sul viso e risveglia in noi il desiderio di incontrarti nella chiesa e di riconoscerti nei fratelli più bisognosi e di testimoniarti ai fratelli più lontani dalla fede, noi Ti preghiamo. Cel. T’invochiamo infine, nostra Avvocata: intercedi per noi tutti, presso il Tuo amatissimo figlio Gesù, affinché voglia effondere copiosamente su di noi la sua Grazia, il suo Perdono e la sua Benedizione. I fedeli non ordinati possono svolgere, come di fatto in numerosi casi lodevolmente avviene, nelle parrocchie, negli ambiti dei luoghi di cura, di assistenza, di istruzione, nei penitenziari, presso gli Ordinariati militari, ecc., compiti di effettiva collaborazione al ministero pastorale dei … Preghiamo, Per i genitori e per gli educatori, perché mediante il dialogo e l’ascolto, educhino i giovani “alla vita buona del Vangelo”, li aiutino a superare lo scoraggiamento e le difficoltà, ad affrontare il sacrificio, ad essere testimoni coraggiosi dei valori cristiani per costruire, anche nelle piccole azioni di ogni giorno, la pace e la fraternità nella nostra città. Preghiamo, Per il Santo Padre Benedetto, per il nostro Vescovo Leonardo, i nostri parroci don Cono e don Tonino e tutti i sacerdoti, perché lo Spirito Santo custodisca in loro l’entusiasmo e la gioia del Sacerdozio. Preghiamo, Per i disoccupati, gli sfruttati e per tutti coloro che non si sentono valorizzati e rispettati nei loro diritti e nelle loro capacità, perché confortati dalla Parola del Signore e nutriti al Pane della vita, nella gratuità, mettano al servizio dei più deboli i carismi loro affidati e non valorizzati, e non si scoraggino, nella certezza che il Signore sostiene sempre chi confida in Lui. Il parroco di Molinetto lascia: i fedeli lo rivogliono e scrivono al Papa Don Eraldo aveva gettato la spugna per alcune difficoltà della casa di riposo, in perdita di 3,4 milioni. Preghiamo. Preghiamo, Per i governanti e i potenti di questo mondo, perché uniti nell’impegno sociale e nel dialogo costruttivo con tutti, sappiano leggere nell’impegno politico la volontà di Dio, che li incoraggia a vivere la solidarietà e la condivisione, superando ogni discriminazione e particolarismo. 5 febbraio . Preghiamo, Per l’Azione Cattolica, che oggi rinnova la sua adesione, perché la Vergine Immacolata la benedica e la sostenga nel suo generoso proposito di servire la Chiesa e la sua missione evangelizzatrice e l’incoraggi nell’impegno formativo per un cammino di santità. Preghiamo, Per le vocazioni alla vita sacerdotale, perché non manchino giovani generosi, disposti a diventare tra i fratelli ministri della Misericordia e della carità di Dio . Spesso ci troviamo in situazioni di sofferenza, di dolore che feriscono la nostra vita e quella dei nostri cari, ma il Signore non ci abbandona. Toufic Bou Merhi, ha celebrato in diretta sui social media il Triduo Pasquale, in comunione spirituale con circa 120 fedeli. – Dio non sta nella guerra. Preghiamo, Per i giovani, perché per intercessione di Giovanni Paolo II, oggi beatificato, aprano il loro cuore al Risorto e siano disponibili con impegno coerente e generoso ad esserne testimoni nelle realtà in cui vivono. Noi ti preghiamo. Sempre il mercoledì alle ore 21,00 in oratorio. Preghiamo, Per la Chiesa, perché sempre più animata dall’ardore missionario, non si stanchi di ripetere il lieto annunzio di salvezza e l’invito alla conversione, in particolare per la Chiesa di Khunti in India, per Mons. Preghiamo, Per le famiglie, perché i genitori vivano l’impegno della testimonianza cristiana nelle proprie case, incoraggiando le famiglie loro affidate a camminare con il Signore, nella certezza che la sua compagnia rende più saldo l’amore coniugale a fa maturare una maggiore disponibilità al rispetto reciproco. Lo zelo con cui Gesù caccia i mercanti dal tempio deve animare la nostra vita per affrontare serenamente e cristianamente qualsiasi situazione si presenta. Oggi Gesù ci invita a salire sul Tabor. Preghiamo, Per coloro che soffrono, per i giovani che cercano il loro posto nella società: perché sostenuti dalla preghiera quotidiana si sentano cercati e amati da Dio e trovino in Lui il coraggio, la serenità e la speranza per affrontare, nella disponibilità all’azione dello Spirito Santo, la ricerca della propria vocazione per corrispondere pienamente al progetto che Dio. Nel corso dei due secoli precedenti la pratica, nata probabilmente tra i Cistercensi per facilitare la preghiera delle persone che non sapevano né leggere né scrivere, recitando in sequenza preghiere e salmi, divenne poi una successione di 150 “Ave Maria”. Cel. Preghiamo, Per la Chiesa, chiamata a celebrare l’Eucarestia sulla memoria del Signore Gesù, perché come il suo Maestro e Signore sia trasparenza d’amore, disposta a donare tutta la sua vita per la salvezza dell’uomo. Preghiamo, Per la Chiesa, perché con sollecitudine apostolica sappia radunare intorno a Gesù quanti sono dispersi e lontani, maturando in ogni comunità comprensione e condivisione fraterna. Ti supplichiamo dolce e tenera madre, guida sempre i nostri passi, a volte incerti e vacillanti, donaci sempre la Tua compagnia con la Tua materna protezione. Preghiamo, Per noi che partecipando a questa celebrazione liturgica ci stringiamo attorno all’unica Mensa e gustiamo la gioia di essere figli di Dio, perché rafforziamo l’impegno di fare ciò che gli è gradito e di amarci gli uni gli altri, come Cristo ci ha insegnato. Preghiamo, Per la Chiesa, perché diventi sempre più comunità pasquale, sostenuta dalla fede e dalla forza della Parola, diffonda il gioioso annuncio che nel Cristo risorto si è compiuto il mistero della salvezza. Fa' che l' insuccesso non lo avvilisca. Preghiamo, Per i genitori, perché consapevoli che i figli sono il grande dono ricevuto da Dio, s’impegnino ad educarli alla vita buona del Vangelo, vivendo ogni giorno con loro un rapporto di dialogo, di comunicazione, di reciproca comprensione, di preghiera per essere insieme testimoni coraggiosi dell’Amore di Cristo. Preghiamo, Per le famiglie, perché riscoprano il valore della Domenica ” giorno del Signore”e offrano parte del loro tempo, delle loro risorse per imparare che la vita non è fatta solo da bisogni da esaudire, ma da relazioni da costruire. Malore sull'altare per il parroco che interrompe la funzione.